skip to Main Content
Menù

Erogazioni liberali alle Onlus, Associazioni di promozione sociale e Fondazioni

Erogazioni Liberali Alle Onlus, Associazioni Di Promozione Sociale E Fondazioni

Amministrazione Srl, con sede a Crema, eroga servizio di consulenza per la contabilità ordinaria e straordinaria. Di seguito le informazioni riguardanti le erogazioni liberali per le Onlus, Associazioni di promozione sociale e Fondazioni.

In merito alla trasmissione telematica dei dati riguardanti le erogazioni liberali, il D.M. 30.1.2018 ha disposto che, per l’elaborazione della dichiarazione dei redditi da parte dell’Agenzia delle Entrate, con riferimento ai dati relativi agli anni d’imposta 2017, 2018 e 2019, in via sperimentale, le Onlus, ex art. 10, co. 1, 8 e 9, D.Lgs. 460/1997, le associazioni di promozione sociale, ex art. 7, L. 7.12.2000, n. 383, le fondazioni e le associazioni riconosciute aventi per scopo statutario la tutela, promozione e la valorizzazione dei beni di interesse artistico, storico e paesaggistico, ex D.Lgs. 22.1.2004, n. 42, e le fondazioni e le associazioni riconosciute aventi per scopo statutario lo svolgimento o la promozione di attività di ricerca scientifica, individuate con D.P.C.M., trasmettono telematicamente all’Agenzia delle Entrate, in via facoltativa, entro il 28 febbraio dell’anno successivo a quello di riferimento, una comunicazione contenente i dati relativi alle erogazioni liberali in denaro deducibili e detraibili, eseguite nell’anno precedente da persone fisiche.
Dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31.12.2017, alle erogazioni eseguite nei confronti delle sopracitate Onlus, iscritte negli appositi registri, delle organizzazioni di volontariato iscritte nei registri di cui alla L. 11.8.1991, n. 266, e delle citate associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionali, regionali e delle Provincie autonome comunicano sia l’ammontare delle erogazioni liberali effettuate tramite banca o ufficio postale ovvero mediante gli altri sistemi di pagamento, ex art. 23, D.Lgs. 241/1997, con l’indicazione dei dati identificativi dei soggetti eroganti sia l’ammontare delle erogazioni liberali restituite nell’anno precedente, con l’indicazione del soggetto a favore del quale è stata effettuata la restituzione e dell’anno nel quale è stata ricevuta l’erogazione rimborsata.
Alla luce della sperimentalità dell’adempimento, non sono applicabili le sanzioni, ex art. 3, co. 5-bis, D.Lgs. 175/2014, a meno che l’errore nella comunicazione dei dati non determini un’indebita fruizione di detrazioni o deduzioni nella dichiarazione precompilata.

Il comunicato Anac del 13/02/2018 in merito gli adempimenti previsti dalla legge 124/2017 che impone a Onlus e fondazioni che intrattengono rapporti con la pubblica amministrazione , società pubbliche ed enti controllati di pubblicare ogni anno entro il 28 febbraio le informazioni relative a sovvenzioni, contributi, e comunque vantaggi economici di qualunque genere ricevuti nell’anno precedente, conferma che in assenza di una previsione esplicita l’orientamento più plausibile va nella direzione di
un adempimento da attivare a partire dal prossimo anno, e per le somme relative al 2018.

Per qualsiasi informazione e chiarimento potete contattare lo studio al: T. 037386885 – E. info@amministrazionesrl.it[

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
Cerca