skip to Main Content

Contributi delle camere di commercio

Contributi Del Commercialista

Amministrazione Srl, con sede a Crema, trasmette l’informativa in merito ai contributi delle camere di commercio

I VOUCHER DIGITALI 4.0 GENERALE (TUTTA ITALIA)

In tutte (o quasi) le Camere di Commercio Italiane sono attivati, a cadenze variabile, voucher digitali per l’acquisto di servizi di consulenza, formazione e tecnologie in ambito 4.0: un sostegno a favore della digitalizzazione delle imprese.

OBIETTIVO: promuovere la diffusione della cultura digitale tra le imprese, innalzare la consapevolezza sulle soluzioni offerte dal digitale e sui suoi benefici secondo il progetto “Punto
Impresa Digitale” (PID), attraverso l’acquisto di nuove competenze e tecnologie digitali in ottica 4.0 e ad approcci green oriented del tessuto produttivo. Sviluppare la capacità di collaborazione tra imprese e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo di tecnologie 4.0, attraverso la realizzazione di progetti mirati all’introduzione di nuovi modelli di business 4.0 e green oriented. Promuovere l’uso di servizi/soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia del Piano Transizione 4.0. Favorire interventi di digitalizzazione ed automazione per la continuità operativa delle imprese durante l’emergenza Covid e alla ripartenza nella fase post-emergenziale.

SOGGETTI BENEFICIARI: solitamente micro, piccole e medie (meno di 250 dipendenti e meno di 50 milioni di attivo e/o fatturato) operanti in TUTTI i settori economici. [Ciascuna Camera di Commercio può fissare dei limiti es. solo micro e piccole imprese].
È necessario essere in regola con il pagamento dei diritti camerali e del DURC(chiedere allo Studio la verifica del Durc preventiva in caso di dubbi sulla regolarità!). L’impresa è da intendersi regolare quando vi sia anche richiesta di rateazione accolta
favorevolmente.

IL CONTRIBUTO: FONDO PERSO in % variabile (di solito o 50% o 70%) e viene fissato un contributo MAX variabile (di solito fino a un max di € 10.000,00 o +), erogato a seguito della rendicontazione delle spese sostenute. Ciascuna Camera di Commercio fissa anche una spesa minima (di solito € 3.000,00 + Iva). Causa Covid, alcune Camere di Commercio hanno deciso di non far rientrare il contributo nel de minimis.
Il contributo sarà erogato con l’applicazione della ritenuta d’acconto del 4% (che sarà utilizzata sulla prima denuncia dei redditi!).

SPESE AMMISSIBILI: Ciascuna Camera di Commercio fissa un periodo di ammissibilità delle spese, a volte sono ammesse spese già sostenute.

Sono ammesse le seguenti tipologie di spese:

  • servizi consulenza (Obbligatoria in % variabile);
  • formazione (Obbligatoria in % variabile) [Es. spesso formazione e consulenza devono essere almeno pari al 50 % dell’investimento totale] focalizzati sulle nuove tecnologie e competenze digitali, di cui ai seguenti elenchi e
  • investimenti in attrezzature tecnologiche nuove SW necessari alla realizzazione dell’intervento e funzionali all’acquisizione delle tecnologie (a volte viene fissata una % massima es. Hw e Sw massimo 50% tot. spesa). [Alcune Cam Com non danno limiti di %
    Es. si possono acquistare solo Sw].

– Elenco 1 utilizzo delle seguenti tecnologie, inclusa la progettazione dei relativi interventi:

a) Robotica avanzata e collaborativa;
b) Interfaccia uomo‐macchina;
c) Manifattura additiva e stampa 3D;
d) Prototipazione rapida;
e) Internet delle cose e delle macchine;
f) Cloud, fog e quantum computing;
g) Cyber security e business continuity;
h) Big data e analytics;
i) Intelligenza artificiale;
j) Blockchain;
k) Soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata/virtuale e ricostruz 3D);
l) simulazione e sistemi cyberfisici;
m) Integrazione verticale e orizzontale;
n) Soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
o) Soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
p) Sistemi di e-commerce;
q) Sistemi per lo smart working e il telelavoro;
r) Soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid‐19;
s) Connettività a Banda Ultralarga.

– Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari a quelle previste all’ Elenco 1:

a) sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
b) sistemi fintech;
c) sistemi EDI, electronic data interchange; geolocalizzazione;
e) tecnologie per l’in-store customer experience;
f) system integration applicata all’automazione dei processi;
g) tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
h) programmi di digital marketing.

(Sono escluse le spese di trasporto, vitto e alloggio e generali.)

Sono validi solo i pagamenti effettuati tramite bonifico.

Ciascuna Camera di Commercio apre il bando a sua discrezione e spesso il bando viene pubblicato qualche giorno prima (è capitato anche il giorno stesso!).

Qualora siate interessati, è importantissimo per noi raccogliere dati e documenti aziendali.

NB. In caso di interesse, verrete da Noi contattati per un aggiornamento dati e/o (nel caso di nuovi clienti) acquisizione degli stessi.

E’opportuno che il contattato con il nostro Studio avvenga prima che siano emesse le relative fatture delle suddette spese e interventi e prima di effettuare il bonifico in quanto sui documenti deve essere inserita una specifica dicitura pena la non ammissibilità.

Per qualsiasi informazione e chiarimento potete contattare lo studio al: T. 037386885 – E. info@amministrazionesrl.it 

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Back To Top
Cerca