skip to Main Content
Menù

Emergenza COVID-19: Enpapi sospende adempimenti e versamenti contributivi

Emergenza COVID-19: Enpapi Sospende Adempimenti E Versamenti Contributivi

D E L I B E R A Z I O N E N . 99 / 2 0 D E L 1 0 / 0 3 / 2 0 2 0

OGGETTO: Emergenza “Coronavirus”- DPCM del 9/03/2020- Determinazioni in ordine alla sospensione degli adempimenti e versamenti contributivi a carico degli Assicurati.

CONTRIBUTI PREVIDENZIALI

L’anno duemilaventi, il giorno 10 del mese di marzo,

Premesso che con il Decreto del 20 marzo 2019 del Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico adottato di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze è stato nominato un Commissario Straordinario dell’Ente nella persona del Prof. Eugenio D’Amico “con il compito di salvaguardare la corretta gestione e di avviare e concludere, entro sei mesi dalla nomina, la procedura per rieleggere gli amministratori dell’Ente”;

Considerato che, con il medesimo Decreto, è stato disposto lo scioglimento del Consiglio di Amministrazione dell’Ente di cui, contestualmente, il Commissario Straordinario ha assunto le funzioni;

Considerata altresì la proroga, per ulteriori sei mesi e pertanto fino al giorno 19 marzo 2020, del mandato commissariale avvenuta con Decreto del 18 settembre 2019 del Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico adottato di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze;

Tutto quanto sopra premesso e considerato

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

  • Visto il D.Lgs. 30 giugno 1994, n. 509;
  • Visto l’articolo 3, comma 1, lettera b) del D.Lgs. 10 febbraio 1996, n. 103;
  • Visto l’art. 10 dello Statuto;
  • Visto l’art. 12 del Regolamento di Previdenza;
  • Visto il Regolamento della Gestione Separata Enpapi;
  • Visti i provvedimenti adottati dal Governo al fine di contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, e, in particolare,il decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante «Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19»;
  • Visti, altresì, il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, recante «Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19»; il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 4 marzo 2020, recante «Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19;il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 8 marzo2020, recante «Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia dicontenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19»,
  • Visto, inoltre, il Decreto Legge del 02/03/2020 n. 9 contenente “Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori ed imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19” e, in particolare, letto l’art. 5 che prevede la sospensione dei termini degli adempimenti e versamenti contributivi in scadenza dal 23 febbraio e fino al 30 aprile 2020;
  • Visto e richiamato il Decreto Legge 08/03/2020 n. 11 recante “Misure straordinarie ed urgenti per contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e contenere gli effetti negativi sullo svolgimento dell’attività giudiziaria”;
  • Visto, infine, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020 contenente “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale”;
  • Considerato che l’attuale situazione di emergenza sanitaria vede particolarmente coinvolta e colpita la categoria infermieristica, anche nella sua componente libero-professionale e ritenuto opportuno sostenere e supportare i Liberi Professionisti assicurati dall’Ente nel far fronte alle numerose difficoltà, anche di carattere economico, connesse all’emergenza COVID-19

DELIBERA

  • di sospendere, con riferimento ai piani di dilazione già deliberati dall’Ente, il versamento delle rate dei contributi previdenziali ed assistenziali, con scadenza di versamento compresa nel periodo: 23 febbraio 2020 – 30 aprile 2020;
  • di applicare la suddetta sospensione sia ai piani di rateizzazione concessi ai Liberi professionisti iscritti alla Gestione Principale dell’Ente sia a quelli concessi alle Aziende committenti registrate alla Gestione Separata Enpapi; gli importi dei contributi eventualmente già versati, ancorché riferiti a periodi interessati dalla sospensione, non potranno essere oggetto di ripetizione;
  • di disporre la ripresa dei pagamenti dei contributi previdenziali e assistenziali oggetto di sospensione a far data dal 1° maggio 2020 , senza applicazione di sanzioni e interessi;
  • di sospendere dalla data odierna, e fino al prossimo 30 aprile 2020, le azioni di recupero crediti in via stragiudiziale condotte dagli Uffici ovvero affidate dall’Ente a Legali esterni e, in particolare, sospendere l’invio delle diffide di pagamento e delle attività connesse nonché sospendere l’avvio delle azioni giudiziali di recupero ed esecutive;
  • di autorizzare, prendendo a parametro o riferimento i valori contemplati nelle vigenti convenzioni con gli Studi legali incaricati delle attività di recupero crediti, gli eventuali costi aggiuntivi ascrivibili ad attività legali connesse alla rimodulazione dei termini giudiziari o volti a fornire ultrattività ai titoli esecutivi già acquisiti, ma oggetto di sospensione in ragione della crisi sanitaria relativa alla diffusione del virus SARS CoVid 2019.

Il Commissario Straordinario F.to Eugenio D’AMICO

Per qualsiasi informazione e chiarimento potete contattare Amministrazione S.r.l.  T. 037386885 – E. info@amministrazionesrl.it oppure compilare il form.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
Cerca