skip to Main Content
Menù

Emergenza Covid 19: bando RESTART DIGITALE

Emergenza Covid 19: Bando RESTART DIGITALE

Emergenza Covid 19: bando RESTART DIGITALE

Riportiamo una sintetica presentazione del  Bando Restat Digitale promosso per le aziende  con sede legale e/o operativa attiva e registrata presso la Camera di Commercio di Milano, Monza e Brianza e Lodi. Riguarda hardware  e accessori tecnologici compreso software .

Il bando prevede l’ESCLUSIONE di  numerosi codici Ateco (ultime pagine del documento).

Solo se  un impresa ha un codice Ateco, sia esso primario e/o secondario, che non rientra in quell’elenco, es tutto il 56 con le sue sottocategorie, quindi bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie…. allora può partecipare.

Per coloro che intendono  presentare la domanda il click day è fissato per  le  ore 10.00 del 07/04/2020.

Pur considerato il periodo di emergenza  in corso , le risorse limitate  impongono  un invio tempestivo della domanda , per cui lo studio rimane a disposizione  anche per soggetti specializzati nell’invio tempestivo  e coordinato della domanda  all’  ora prefissata per il click day.

Chi fosse interessato può comunque rispondere all’indirizzo mail: info@studiocommercialistibmgr.it e sarete contattati dall’incaricato.

OBIETTIVO DEL BANDO RESTART DIGITALE

Promuovere la diffusione della “cultura digitale” tra le micro e piccole imprese (MPMI) sostenendo investimenti in tecnologie digitali (hardware, software, accessori, applicativi, infrastrutture tecnologiche e servizi specialistici) che constano di:

  • implementare nuovi modelli organizzativi e attivare forme flessibili di lavoro (es. smart working e telelavoro);
  • incrementare l’attività aziendale in forma telematica sia di back office che di front office anche mediante l’adozione di infrastrutture tecnologiche e l’adozione di piattaforme per l’erogazione e l’acquisizione remota di servizi online;
  • migliorare l’efficienza aziendale (es. tecnologie e soluzioni Cloud per l’accesso, la condivisione e l’archiviazione sicura di documenti e la collaborazione a distanza);
  • fruire della connettività a banda larga e ultra larga alla rete Internet mediante qualsiasi tecnologia (es. ADSL, fibra ottica, 3G, 4G, satellitare, radio o altro).

SOGGETTI BENEFICIARI DEL BANDO RESTART DIGITALE

Micro e Piccole imprese con sede legale e/o operativa attiva e registrata presso la Camera di Commercio di Milano, Monza e Brianza e Lodi, sono ESCLUSE le imprese aventi ATECO primario e/o secondario (codice attività) rientrante nell’elenco riportato a fine del documento.

Le imprese che siano in rapporto di collegamento, controllo e/o con assetti proprietari sostanzialmente coincidenti possono essere ammesse a finanziamento solo per una domanda.

È necessario essere in regola con il DURC e con il pagamento dei diritti camerali, accertatevene!

NB. Aver richiesto la rateizzazione equivale ad essere in regola.

IL CONTRIBUTO DEL BANDO RESTART DIGITALE

Contributo a fondo perduto pari al 70% dell’investimento al netto di iva fino a un massimo di 5.000,00 €, erogato a seguito della rendicontazione delle spese sostenute (pertanto per spese da € 7.145,00 e/o superiori il contributo è questo!). La spesa minima è di € 1.500.

Il contributo sarà erogato con l’applicazione della ritenuta d’acconto del 4%

SPESE AMMISSIBILI

Sostenute dal 24/02/2020 fino a data che deve ancora essere comunicata

Investimenti in tecnologie digitali che consentano di raggiungere gli obiettivi di cui al primo punto:

  • A. Hardware per il lavoro a distanza e l’attività in forma telematica: es. notebook, pen drive, USB, stampanti, scanner, webcam, microfoni, altoparlanti, sistemi integrati per la videoconferenza, tecnologie e servizi in cloud per condivisione documenti, spazi di archiviazione, incontri virtuali, installazione e configurazione delle reti e degli strumenti purchè funzionali al lavoro a distanza;
  • B. Accessori: es. docking station, cavi, adattatori, ecc;
  • C. Software per servizi di utenza: es. siti web, app, integrazioni con provider servizi di pagamento;
  • D. Acquisto di tecnologie e servizi in cloud in grado di garantire forme di collaborazione a distanza modalità “es. sharing documenti, spazio di archiviazione in cloud, meeting virtuali, ecc;
  • E. Acquisto e installazione VPN, Voip, sistemi di Backup/ripristino dei dati, sicurezza di rete;
  • F. Spese per la configurazione delle reti e degli strumenti per il lavoro a distanza;
  • G. Spese per contratti per abbonamento a servizi in cloud per gestione business in cloud in modalità software as a service (SAAS) es servizi pacchetto Office 365, suite servizi Google business, suite Adobe, Autocad, Prezi, o prodotti analoghi
  • H. Strumentazione e servizi per la connettività: es smartphone, modem, router wifi, switch, antenne, ecc;
  • I. Consulenza e formazione: purché esclusivamente pertinenti alle spese elencate nei punti precedenti e non attribuibili a certificazioni o ad obblighi di legge o normative vigenti.

Sono escluse le spese di trasporto, vitto e alloggio e generali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
Cerca